Vasca o doccia? L'eterno dilemma in ogni ristrutturazione

A volte lo spazio… non lascia spazio. A volte invece puoi scegliere. Ecco che nasce quindi la richiesta senza tempo: meglio la doccia o la vasca in bagno? Se sei davvero fortunato puoi addirittura decidere di installarle entrambe, purchè, progetto alla mano, sia un lavoro ben fatto.

Il dilemma sorge quando lo spazio non ti permette di contenerle tutte e due, ma sei consapevole che ognuna ha un vantaggio e uno svantaggio e non sai deciderti.

Vasca o doccia: partiamo da cosa ti serve

Eh, dirai, e qui sta il punto, altrimenti non ti avrei fatto questa domanda. Secondo la nostra esperienza da una parte c’è chi non aspetta altro che passare qualche momento di assoluto relax nell’acqua calda con un buon bicchiere di vino prima di andare a dormire, dall’altra abbiamo i sostenitori della doccia, la soluzione più igienica, ecosostenibile ed economica per lavarsi.

Una vasca idromassaggio che ti coccola distendendo muscoli e nervi dopo una giornata in ufficio è il sogno di molti. Ma anche una doccia con getto massaggiante e cromoterapia non è per niente male.

Il nostro consiglio è di non considerare solo le tue esigenze attuali, ma le possibilità future, da un punto di vista strettamente pratico. Penso ad esempio ad una giovane coppia dinamica che sceglie al volo una doccia, per avere più spazio di movimento in bagno, perché il tempo di un bagno non c’è, perché non ne sente l’esigenza.

A volte capita che, con l’arrivo del primogenito, ci si penta di una scelta poco lungimirante, stretti nelle porte della doccia cercando di fare il bagnetto al pupo accucciati sul pavimento. Per non pensare alla serata magica in cui il piccolo dalla nonna, il papà con gli amici al pub, la mamma si gode una serata tutta per sé… e avrebbe voglia di un bel bagno caldo…

Al contrario scegliere una vasca a 60 anni, all’atto della ristrutturazione della tua casa di famiglia, non ti assicura una mobilità perfetta per sempre. Potrebbe arrivare il giorno in cui il tuo corpo non avrà più la stessa elasticità e una doccia potrebbe essere una soluzione molto più pratica.

doccia calibe4

Vasca o doccia: pro e contro

Se la vasca è il sogno di chi ama rilassarsi la sera, d’altra parte necessita di un notevole consumo di acqua, con conseguente salasso in bolletta. Inoltre non è certo la soluzione ideale per chi non ha molto tempo a disposizione. Come dicevamo è poco pratica per chi ha difficoltà motorie, come anziani e disabili, sebbene sia possibile ovviare al problema installando una vasca con portellino laterale o frontale.

La doccia quindi è la soluzione più pratica? È veloce, ti lavi in pochi minuti, è considerata più igienica, consumi, se utilizzata meno di 8/10 minuti, meno acqua rispetto ad un bagno, occupa poco spazio ed è una soluzione quasi obbligata per un bagno piccolo

Certo è meno confortevole, a meno che tu non scelga un modello dotato di cromoterapia, bagno turco, getti massaggianti, aromaterapia. Esteticamente i modelli sono molto meno affascinanti rispetto alle vasche da bagno, che spesso diventano veri e propri arredi di design nei modelli più lussuosi.

Lo so, non abbiamo risposto alla tua domanda. Ma sai perché? Perché una risposta per tutti non c’è. La cosa migliore è chiedere una consulenza. Piantina alla mano e parlando con te, i nostri esperti saranno in grado di consigliarti e indirizzarti verso il produttore e la soluzione che stai cercando, per rendere il tuo bagno il tuo luogo di relax.

Letto 230 volte