Pavimenti in legno: come scegliere il parquet

Oggi rivestire il pavimento non è più sufficiente. Accontentarsi di quello che si trova quando si entra in una nuova casa non va più bene, perché probabilmente non si adatterà al nostro stile, ai nostri arredi. Scegliere un pavimento in parquet invece è una precisa scelta di design.

Il legno è in grado da solo di fare molto del lavoro di interior design creando un’atmosfera accogliente e calda, inoltre ha notevoli caratteristiche di isolante termico e acustico, è resistente e adattabile.

Ma quale parquet scegliere per adattarlo al tuo arredamento? Esistono sul mercato molte essenze di legno, con caratteristiche diverse, sia estetiche che pratiche che di budget. La sola lista delle varietà di legni è lunghissima e spesso rischia di confondere. Vediamo quali sono le principali e come orientarti in base alle tue necessità.

Parquet in legno: alcune delle principali essenze

Parquet chiari

Il rovere ha un colore al naturale molto chiaro ma è molto facile da colorare con diverse essenze. La sua particolarità sta nella facilità di lavorazione per esaltare le venature. È un legno molto duro e molto adatto per i pavimenti perché molto resistente e facile da pulire (ha pori molto chiusi che non assorbono facilmente lo sporco). Il rovere è duttile e facile da abbinare a soluzioni anche molto diverse tra loro.

parquet rovere spazzolato NG2

Il parquet in acero è molto pratico, resiste all’umidità e contrasta la proliferazione di muffe e batteri. Le venature evidenti ne differenziano tre tipologie: fiammato (fibrature ondulate), occhiolinato (presenza di piccole macchie vorticose) e marezzato (con fibratura simile alle gocce d’acqua).

Il parquet in faggio è tendenzialmente più delicato e non adatto agli ambienti con riscaldamento a pavimento e umidi. È necessario un trattamento di vaporizzazione per renderlo più resistente all’ossidazione e durevole.

Il frassino non è un legno pregiato, ma è molto duro e resistente, più adatto a mobili, scale e serramenti che ai pavimenti, ma comodo per uffici e zone trafficate.

parquet frassino

Il larice è un legno resinoso non molto duro ma resistente e durevole, anche in presenza di animali domestici, bambini o all’esterno. I colori sono per lo più bianco-giallo o bruno-rosso, ma è il legno più adatto alla sbiancatura o alla decapatura.

Il parquet in abete o pino è molto utilizzato in edilizia perché economico e molto leggero. La sua morbidezza lo rende il più adatto ad essere installato anche su riscaldamenti a pavimento, il che lo rende però anche meno durevole e soggetto a spaccature.

Parquet scuri

Il parquet in noce è sicuramente il più venduto e apprezzato, uno dei legni più pregiati e facili da lavorare, oltre ad essere molto bello da vedere.

L’iroko è un albero che cresce nell’Africa equatoriale, scuro, ma tendente a scolorirsi nel tempo. è molto resistente anche all’umidità e agli agenti atmosferici, per questo viene utilizzato anche su pavimenti esterni di terrazze e giardini.

La quercia presenta un legno molto duro e quindi molto resistente. La sua resistenza la rende particolarmente adatta a lavorazioni particolari e all’uso grezzo, perfetta per pavimenti dall’aspetto antico.

Il parquet in teak è il più utilizzato per gli esterni per la sua resistenza all’acqua, le sue venature molto evidenti lo rendono molto piacevole e facile da lavorare. L’esposizione al sole ne muta il colore ma rendendolo dorato. Essendo un legno molto pregiato è piuttosto costoso.

parquet teak

Il parquet in acacia ha un colore rosso dorato, flessibile, compatto e facile da lavorare. La sa tessitura lo rende particolarmente duraturo e resistente all’acqua, ma il prezzo è elevato ed è utilizzata principalmente per ambienti di grande prestigio.

Il ciliegio è molto particolare, con colori caldi e venature rossicce, viene utilizzato per mobili, complementi e pavimenti per ambienti sofisticati.

Il wengè è molto duttile e si adatta a diverse tipologie di pavimenti in legno. Il suo colore molto scuro lo rende particolarmente adatto a decorazioni e intarsi. È molto resistente all’umidità e agli insetti.

Parquet wengè plancia 19

Le tendenze per l’arredamento 2018, come scegliere il tuo pavimento in legno

Le tendenze di interior design per il prossimo anno sono piuttosto chiare: personalizzazione, decorazioni, grafismi, colori forti. Bando alle soluzioni preconfezionate e agli arredi banali. Come abbinare il giusto pavimento in legno?

Grafismi e decorazioni anche sul pavimento. Listelli incrociati, intarsi, inserti di diversi colori donano movimento e giocosià all’ambiente. Se già i tuoi arredi sono variopinti, i tessuti hanno colori intensi, evita l’esagerazione e punta su un pavimento molto omogeneo in contrasto.

original parquet

Il trend assoluto del prossimo anno sarà il colore. Dal blu navy al viola al verde per la zona giorno, colori pastello più tenui per la zona notte. Scegli tonalità chiare per bilanciare i colori forti e potenti in soggiorno e cucina, scure ed eleganti in bagno e camera. Lo stile vintage del bagno con un pavimento anticato scuro sarà perfetto.

Vintage, industrial-vintage e urban, sempre con un tocco contemporaneo sono le proposte più apprezzate. Usa il legno grezzo per tendenze vintage e retrò (legno massello, puro legno nobile da levigare e lucidare dopo la posa), le essenze più scure saranno perfette anche per le scelte più moderne e minimal.

piallinveccinv

Passa in negozio per vedere i nostri parquet e, se non sai bene cosa fare, noi siamo qui per consigliarti. Ne abbiamo visti di parquet e abbiamo l’occhio allenato sugli abbinamenti più interessanti, anche quelli che magari non ti aspetti.

Letto 1053 volte