Pareti bianche o colorate: consigli d’interior design

 

La scelta del colore delle pareti è sempre un tema molto attuale e una richiesta che spesso ci viene fatta anche in negozio. “Secondo lei le pareti colorate vanno ancora?” Perché dopo il periodo d’oro dei colori negli anni ’70 e l’assoluta preponderanza del bianco negli anni ’80 e ’90, da qualche anno i colori sono tornati ad essere i veri protagonisti, insieme agli effetti materici. Perché?

Noi ci siamo fatti un’idea. Siamo in un’era di estrema globalizzazione in cui cerchiamo, chi più chi meno, di contrastare l’omologazione con una tendenza molto forte alla personalizzazione. Lo vediamo in tutti i settori, dall’estrema specializzazione e settorizzazione nel mondo del lavoro all’egocentrismo dei social. Così la nostra casa, che è anche uno specchio del nostro essere, non può più essere arredata con mobili prodotti in serie. Le mode si seguono, ma secondo il proprio pensiero, gli ambienti da copertina non ci rispecchiano più.

È così che il colore è diventato un altro modo per distinguerci, raccontarci, sperimentarci. Ma lo sappiamo usare e dosare con criterio? O rischiamo di ottenere un effetto arlecchino? Come creare un fil rouge in tutta la casa variando i toni e le sfumature, creando ambienti unici ma non isolati cromaticamente?

Quando le pareti colorate non sono la scelta giusta

Partiamo da un assunto fondamentale: il bianco va con tutto. È neutro (forse troppo), ma lascia libero spazio per decorazioni, arredi e complementi personali, che non fanno a pugni con i colori delle pareti. Va bene per stanze grandi e piccole ed è molto luminoso, in assoluto il più luminoso.

I colori d’altra parte vanno gestiti. Possono creare effetti ottici importanti e rendere ancora più bello l’ambiente e hanno un grande impatto a livello psicologico (la cromoterapia non va mai sottovalutata). I colori arredano con la loro sola importante presenza, ruolo che con il solo bianco ricade ovviamente su arredi e decori.

Il fatto che arredino quasi da soli li rende ovviamente un’arma a doppio taglio. Si rischia di ottenere un effetto che non si desiderava affatto. E quindi?

Consigli per scegliere il colore giusto per le pareti

Puoi scegliere due strade:

-    Il tuo gusto personale, che spesso non ha nulla a che vedere con mode e tendenze, ma vuole solo rendere la casa un ambiente accogliente e piacevole per te.

-    Le tendenze e le esigenze degli ambienti (colori caldi, freddi, luminosi, opachi, tenui, forti,…)

Colorare solo alcune pareti

Hai scelto di osare con il colore? Bene. Le ultime tendenze parlano di movimento e dinamicità. Colora solo alcune pareti o una sola, quella che, una volta creato il contrasto renderà la stanza ancora più grande o luminosa, o alta, o farà risaltare alcuni elementi architettonici particolari. Puoi colorare anche solo il soffitto o una colonna.

Usa la tonalità giusta per quella stanza

Non ci sono regole ferree, se non il buon gusto e la continuità di stile con il resto dell’arredamento. Ovviamente un arredo shabby chic non vuole certo pareti rosse, così come un soggiorno contemporaneo, con mobili lineari, scuri, forti, al contrario, non ama tonalità pastello.

Con le tonalità neutre difficilmente si sbaglia, anche se sono sempre meno di tendenza, ma in un ambiente giovane, dinamico, frizzante osare con i colori più accesi fa la differenza. Rosso, blu, verde acido, arancio, se ben dosati ravvivano e danno una forte carica energetica. Magari non in camera da letto, però.

Ricorda che le tinte più scure tendono a rimpicciolire la stanza e, sebbene eleganti, dovrebbero essere usate con grande attenzione e in ambienti arredati con mobili molto chiari, sia moderni che classici.

pareti colorate

Quando la pittura diventa arredo: le pitture con effetti materici

E se i colori arredano un effetto ancora più potente lo hanno le pitture materiche che riproducono i materiali naturali ed effetti visivi.

Dalla pittura lavagna, nella camera dei bambini o in cucina, all’effetto spatolato all’ingresso, dai glitter (con moderazione, mi raccomando) al metallizzato, così contemporaneo e urban, dal marmo in soggiorno all’effetto tessuto in camera da letto, la tua casa diventa una tela. La parete del soggiorno racconta il tuo stile con forza, la stanza dei bambini diventa un unico grande spazio dove disegnare e liberare la fantasia.

Come scegliere? Sembra una banalità ma quando ci viene chiesto consiglio ci basiamo spesso sull’impressione che abbiamo della persona che ci sta davanti. Perché la loro casa deve raccontarli, ci si devono sentire bene, trovare la loro dimensione.

A volte scegliere lo stile e i colori delle pareti di casa diventa uno studio interiore di non poco conto. Quante volte ci è capitato un cliente che decide di cambiare lo stile del soggiorno ad un cambio di vita. Come quando, si dice, le donne cambiano radicalmente taglio di capelli, giusto?

Ascoltati. Cosa vuoi comunicare nel tuo soggiorno? Come vuoi vivere la stanza da letto? Che effetto vuoi ottenere su di te o sui tuoi ospiti? Quali sono i complementi e gli arredi che dovrai abbinare? Come sempre si parte dalle domande.

E se non sai più da che parte girarti, noi siamo qui, sempre pronti a darti un consiglio. In anni di esperienza ne abbiamo viste e dipinte di stanze.

Letto 781 volte