Fai da te, fai con Enderle o fai da te con Enderle?

Lo dice una ricerca, ma lo abbiamo visto anche noi in questi ultimi anni, sono i più giovani coloro che amano mettere le mani in pasta e rinnovare la loro casa secondo uno stile personale e innovativo. Spesso si tratta della prima casa, acquistata con un mutuo importante, una casa in cui investono un grande significato emotivo. A volte si tratta della casa di famiglia, in città o in montagna, una casa che ha tanta storia. Ognuno di noi ricorda l’emozione del primo giorno nella casa che ha segnato l’inizio della nostra vera indipendenza.

Il fai da te in questo caso assume un significato ancora più importante, quello di voler mettere la propria firma finalmente, decidere da sé. Questo significa passare ore in rete a leggere blog e consigli di arredo e interior design, spendere decine di euro in riviste specializzate, passare sabati e domeniche in giro per negozi di arredamento. Alla ricerca del proprio stile.

Lo diciamo spesso, e fa parte del nostro lavoro di consulenza, che la casa è il nostro specchio. Racconta molto di noi, del nostro stile di vita, delle nostre passioni, della nostra famiglia, che nasce, in crescita o in perenne cambiamento. E se gli arredi fanno la parte del leone, le finiture per la casa sono fondamentali nei colori, nei materiali, nello stile.

Trucchi, consigli e tutorial per farcela con le proprie forze

E quindi la generazione dei Millennials dove guarda quando vuole rinnovare la propria casa o i propri spazi, ma anche solo quando vuole cambiare il colore delle pareti? Sempre meno all’esperienza delle generazioni precedenti. Sempre più alla rete, che è prodiga di consigli, di suggerimenti e di idee geniali.

Anche idee economiche, perchè sappiamo bene tutti che si tratta di una generazione che paga, economicamente, lo scotto delle politiche economiche e del lavoro degli scorsi decenni. Il che, lo dico per inciso, è un bene di cui ci si accorgerà con il tempo, che insegnerà a farcela davvero con le proprie forze, senza contare su altro che sè stessi. Abbiamo di fronte una generazione arrabbiata per certi versi, ma fiera e testarda, in grado di cambiare tutto davvero, non solo a parole. Quindi perché non iniziare dalla casa?

Chi fosse quindi alla ricerca di un’ispirazione, giovane o meno giovane che sia, non ha che l’imbarazzo della scelta online per trovare idee. Passando per il gettonatissimo Pinterest e il sempreverde Youtube, approdiamo ad una lista di siti e app utili per ristrutturare, verniciare e rinfrescare lo stile della propria casa.

 

Dalani Magazine contiene video e tutorial sul fai da te, oltre ad una serie di articoli sul design e le ultime tendenze casa

Hai mai provato l’app myPantone per Android? Fantastica. Scatti una foto, selezioni le combinazioni cromatiche e le salvi in palette personalizzate.

Homestyler ti fa fare un ulteriore passo avanti trasformando le tue idee in progetti 3D così come Home Design 3D[link], un’applicazione che permette di disegnar ela piantina della casa e di arredarla secondo il proprio gusto e visualizzare il risultato in maniera molto realistica.

fai da te

Fai da te con Enderle

E a chi rivolgersi per trovare le finiture giuste una volta che il progetto ha preso forma nella tua app? Che te lo dico a fare? Da Enderle, è ovvio. Ma sono di parte, giusto?

Una cosa però mi sento di dirtela, o scrivertela. Noi siamo grandi fan del fai da te. È importante saper fare, in un’epoca in cui è la teoria a farla da padrone e la pratica è diventata la cugina povera. Molti sanno dire, pochi sanno fare davvero. Perché serve l’esperienza e serve ascoltare ciò che chi ne sa di più può insegnarci.

Questo significa che per dare forma al nostro stile, servono le giuste finiture, i materiali giusti, gli accessori giusti. E spesso ciò che ci piacerebbe fare e ciò che invece possiamo fare non coincide. Ma si può trovare un ottimo compromesso grazie all’esperienza di chi questo lavoro lo fa da molti anni.

Quindi, che tu abbia le idee chiare o che ti serva il giusto consiglio, noi ti aspettiamo nei punti vendita Enderle di Trento e Panchià.

Letto 185 volte